RSS

Troppe “bufale” tra le pubblicazioni scientifiche. E il New England Journal lancia l’allarme: “Rivedere i criteri di selezione e verifica” e L’Articolo “Publish o Perish” di Nicoletti – Quintaliani – I falsi miti di NATURE

20 Dic

Noi l’avevamo gia’ detto e sottolineato: l’articolo del Prof I. Nicoletti e G. Quintaliani

Negli ultimi tre anni sarebbero più di 250 gli articoli pubblicati in varie riviste scientifiche e poi ritirati dopo aver scoperto che le revisioni da parte dei peer review erano taroccate. Un fenomeno nato in Cina, che si è andato allargando a macchia d’olio grazie a ‘buchi’ nei sistemi di log-in delle riviste e a false identità create apposta per aumentare il numero dei falsi revisori, ovviamente tutti a favore di un autore truffaldino. Sorgente: Troppe “bufale” tra le pubblicazioni scientifiche. E il New England Journal lancia l’allarme: “Rivedere i criteri di selezione e verifica” – Quotidiano Sanità

A proposito di “bufale” scientifiche/1. E noi italiani? – Quotidiano Sanità

Ricerca scientifica, La truffa dei dati ritoccati e l’ansia da prestazione – Repubblica.it

Sorgente: A proposito di “bufale” scientifiche/2. Sono solo pochi imbroglioni – Quotidiano Sanità Del Prof Dal Canton

False beliefs and wishful thinking about the human experience are common. They are hurting people — and holding back science. Sorgente:i falsi miti di Nature The science myths that will not die : Nature News & Comment

 

There’s no doubt we live in an exciting time of innovation and discovery. With thousands of academic journals currently in print, more scientific research is published today than ever before. Sorgente: Can too much science be a bad thing? Growth in scientific publishing as a barrier to science communication. – Geek Psychologist

When it comes to protecting the scientific literature from bias, the safeguards that academics now use are sorely inadequate.­ (servirebbe a proteggere?) Sorgente: Should scientific papers be anonymous? – STAT

Tutto è cambiato nella realtà ma quasi nulla nell’informazione. Per lo smog è sempre emergenza, quest’anno come dieci o venti anni fa. E, di fronte all’emergenza, non resta che adottare misure eccezionali: blocchi del traffico, targhe alterne, mezzi pubblici gratuiti. Eppure, da ormai molti anni, la strada è segnata Sorgente: Smog, l’emergenza che non c’è – LeoniBlog

Scientists must publish less, says Daniel Sarewitz, or good research will be swamped by the ever-increasing volume of poor work.Sorgente: The pressure to publish pushes down quality : Nature News & Comment

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 dicembre 2015 in letteratura

 

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: