RSS

Ivy League economist ethnically profiled, interrogated for doing math on American Airlines flight – The Washington Post

07 Mag

Move over, Clock Boy. Another swarthy-looking nerd is alarming the authorities.

Sorgente: Ivy League economist ethnically profiled, interrogated for doing math on American Airlines flight – The Washington Post

La sapete quella dell’economista italiano, la bionda e l’allarme terroristico su un’aereo causato dalla…. matematica? Sembra uno scherzo, invece no. Allego l’articolo del Washington Post in tutta la sua gloria, ma per chi non parlasse inglese, riassumo.

Il nostro eroe si chiama Guido Menzio. 40enne italiano, economista di rilievo, l’anno scorso ha ricevuto la prestigiosa Medaglia Carlo Alberto per il suo contributo allo studio dell’economia. Guido ora insegna presso le universita’ migliori d’America e infatti si imbarca sul volo American Airlines da Philadelphia a Syracuse. Ah, dimenticavo. Guido ha i capelli neri e ricci, la carnagione leggermente olivastra e si sente dall’accento che l’inglese non e’ la sua lingua madre. Sussuriamolo…..dall’aspetto potrebbe sembrare arabo.

Una donna bionda di 30 anni si siede accanto a lui prima del decollo (lo so che il fatto che sia bionda non c’entra, e che evidenziarlo e’ un po’ sessista, ma con questa storia gli scherzi quasi si scrivono da soli.) Qualcosa non le torna giusto. Forse come e’ vestito? Jeans blu e camicia rossa di Lacoste? O forse che non vuole chiaccherare perche’ e’ molto preso da quello che sta scrivendo…. E cosa sta scrivendo? Sembrano scarabocchi…aspetta, potrebbe essere…arabo?

La donna segnala ad un assistente di volo che ha dei dubbi sul passeggero straniero dai ricci neri e scende dall’aereo. Il volo viene ritardato di un’altra oretta prima che il pilota e degli uomini in divisa inizino ad interrogare Menzio. Qui rivelano che e’ sospettato di terrorismo. Cosa stava scrivendo? Era codice? In una lingua straniera? Un piano per distruggere le vite innocenti su quel volo American Airlines?

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 maggio 2016 in editoriali, sociale

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: