RSS

Crollo viadotto, il cantoniere ANAS: “Avevo suggerito di chiuderlo” ma la Provincia avrebbe chiesto un’ordinanza formale !!??

29 Ott

Burocrazia, superficialità’. l’importanza sono le due firme, ma nessuno se ne frega della verità, dei problemi e dei pericoli. Tu puoi urlare quanto vuoi, puoi dire che e’ pericoloso, che si rischia, che la cosa cosi’ non va, ma nessuno ti ascolta tranne DOPO, magari dire, che è colpa tua. Alla fine, vedrete ne andrà di mezzo il povero cantoniere. Anche in ospedale e in sanità, a voglia dire ed urlare che non va, non funziona, che i pericoli sono tanti (barelle, mancanza di assistenza 24 ore, specialisti non presenti, bassa qualità’ ed ignoranza), ma non ti ascoltano; loro decidono a tavolino, scelgono  inetti in maniera “fiduciaria”  e tu sei solo un povero fesso che urla e sbraita e “metti i bastoni tra le ruote” e sei il solito rompiglioni. E loro decidono chi mandare avanti, chi e’ interfaccia con il potere; sono nomine fiduciarie a tuttalpiù’ sono tutti uguali, non serve nè capacita’ nè bravura. Quello che sai non importa, quello che hai fatto non importa. tutti uguali e tutti caballeros. Bravi manager che decidono senza mai aver visto un malato vero e che solo loro sanno come si fa e come si gestisce.

Ma adesso non è facile per nessuno, tutti sono sottoposti al rischio di trovare incompetenti che tu sia avvocato o magistrato, o manager industriale,  e se in ospedale te la cavi perché’ sei un famoso   della sanità’, forse non te la cavi in autostrada, in un aeroporto, nelle ferrovie e cosi’ via. meditate grandi soloni e cominciate a pensare che potrebbe capitare anche a voi, con l’ironia che qualcuno risponda come rispondere voi: “lavorate e non rompete”. Forse sarà’ l’ultima cosa che penserete quando sentirete il ponte crollare su di voi.

Io vorrei solo che un giorno uno di questi geni rimanga anche lui sotto un ponte, dopo che un altro genio come lui abbia sottovalutato gli allarmi e le sollecitudini.

____________________________

La notizia:

L’Anas: “Tir pesava 108 tonnellate” e sottolinea di aver chiesto la chiusura del tratto di strada in cui si trovava il ponte nelle ore precedenti al crollo, ma la Provincia avrebbe chiesto un’ordinanza formale: Cavalcavia crollato, accuse incrociate tra Anas e Provincia – La Stampa

Disastro sulla superstrada 36 Crolla il ponte del cavalcavia – Corriere.it

Un cavalcavia della Milano-Lecco è crollato, schiacciando alcune auto sotto e facendone cadere altre dall’alto. Il momento esatto del crollo diffuso dall’ANAS.: Il momento esatto in cui crolla il ponte sulla Milano-Lecco

“All’una e mezza mi ha chiamato la sala operativa per dei calcinacci caduti dal viadotto. Ho comunicato alla stradale che chiudevo la strada.: Crollo viadotto, il cantoniere ANAS: “Avevo suggerito di chiuderlo” . Gli ho detto che secondo me bisognava chiudere anche il tratto del viadotto. Mi rispondono che ‘ci vogliono due righe scritte, un’ordinanza…'”. Così un sovergliante dell’Anas sul crollo del cavalcavia di questo pomeriggio sulla superstrada 36 a Lecco. “Sono riuscito a salvare una bambina, fatta uscire dalla macchina dal papà.L’ho presa in braccio e portata via”, racconta ancora.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 ottobre 2016 in sociale

 

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: