RSS

Quello che sappiamo sul glifosato – Wired

09 Set

Se ne parla per via di una sentenza negli Stati Uniti e di una procedura per l’autorizzazione al commercio. Ma scientificamente non è cambiato granché

Sorgente: Quello che sappiamo sul glifosato – Wired

Barbara Zambelli Le sentenze non sono verità scientifica, e dipendono in larga parte dall’opinione personale dell’”esperto” interrogato per dare un parere al giudice. Io vorrei sapere, e NESSUNO a cui ho chiesto ha saputo rispondermi, cosa mettiamo al posto del glifosato. Perché posto che spero che nessuno auspichi che mestieri come quello delle mondine tornino in auge, un erbicida serve. Quali molecole alternative esistono? Sono più o meno dannose? Btw, nella maggioranza delle colture il glifosato viene aggiunto prima della semina per uccidere gli infestanti. Se venisse dato sulle piante in coltura, si ucciderebbero anche le stesse piante che vogliamo coltivare perché il glifosato è un’erbicida a largo spettro. Quando la pianta cresce, l’erbicida se n’è già andato, e quindi non rimane sul prodotto finito. Il problema della sua presunta carcinogenicita’ esiste quindi principalmente sugli agricoltori che lo spargono, che sono esposti ad alte concentrazioni. Il dubbio sulla capacità di formare tumori è studiato appunto a queste alte concentrazioni, perché sul prodotto finito il glifosato non c’è più, e quando c’è è a concentrazioni così basse che non sono tossiche per l’uomo. Lo storytelling attuale invece parla di prodotti finali contenenti glifosato che noi mangeremmo… non è così. Insomma, la realtà è complicata, e semplificarla non ha senso, ne’ da una parte ne’ dall’altra.
Barbara Zambelli Altra questione è ciò che accade oltreoceano sui prodotti che vengono la’ commercializzati. Per alcune colture, ho letto, il glifosato viene aggiunto dopo la raccolta sul prodotto finale come “conservante” (se ricordo bene). In QUESTO caso, si ritrova sul prodotto finale che viene consumato. Peccato che in Europa questa pratica è proibita, ed è proibito importare i prodotti con il glifosato aggiunto post-raccolta. Quindi questo problema noi non lo abbiamo.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 settembre 2019 in generale, Nutrizione

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: