RSS

Archivi categoria: malattie croniche

Patologie croniche nella popolazione residente in Italia secondo i dati PASSI e PASSI d’Argento

Sorgente: Patologie croniche nella popolazione residente in Italia secondo i dati PASSI e PASSI d’Argento

 

Enrico Bucci cosi funziona la scienza.

VEDO, NON VEDO.

Molti si lamentano dei tempi eccessivi e delle “regole” che la comunità scientifica impone perchè si possa stabilire che qualcosa è una cura.

Guardiamo a due studi appena pubblicati sul Tocilizumab, l’anticorpo monoclonale che pare essere utile per bloccare la tempesta citochinica nei casi più seri di COVID-19.

Il primo studio è uno studio retrospettivo su 100 pazienti condotto a Brescia. “Retrospettivo” significa che si sono andate a valutare le cartelle cliniche di 100 pazienti, nel caso specifico tutti trattati con Tocilizumab. Guardando all’esito della terapia, così concludono gli autori a proposito del decorso clinico:

“La risposta al tocilizumab è stata rapida, sostenuta e associata con significativi miglioramenti”.

Quindi, i clinici, osservando i loro pazienti hanno avutol’impressione di un generale miglioramento.

Il secondo studio è stato condotto al San Matteo di Pavia. 21 pazienti trattati con Tocilizumab son stati confrontati con 21 pazienti trattati con idrossiclorochina, eparina ed un antibiotico. Si voleva sapere se il trattamento con tocilizumab diminuisse la necessità di ricovero in terapia intensiva o la mortalità complessiva.
Gli autori concludono così:

“La somministrazione del Tocilizumab non ha ridotto le ammissioni in terapia intensiva o la mortalità in una coorte di 21 pazienti”.

Chi ha ragione?
Nessuno.

Il primo studio è su un campione più grande, ma manca di un braccio di controllo – pazienti non trattati con tocilizumab – per confrontare e capire se il tocilizumab davvero cambia qualcosa. Il miglioramento è “percepito” dai medici rispetto alla loro esperienza, ma non vi è prova che essi non si sbaglino.

Il secondo studio è su un campione molto piccolo (è infatti uno studio preliminare), anche se munito di controllo appropriato.

Gli studi, inoltre, trattano i pazienti in stadi diversi della malattia (nel secondo studio si tende a valutare il trattamento prima della terapia intensiva).

Morale: se non si conducono studi su scala ampia, randomizzati ed in cieco – rispettando le regole ed i tempi della scienza dei dati – l’intuito clinico anche dei migliori medici può portare a situazioni di stallo, in cui ciascuno crede di vedere qualcosa.

Per questo, aspettiamo i risultati finali di sperimentazioni ampie, che certamente arriveranno grazie anche al lavoro di questi bravi ricercatori clinici, prima di trarre conclusioni affrettate.

LEZIONE PER TUTTI – SOPRATTUTTO GIORNALISTI: LA PAROLA DEGLI ESPERTI VALE QUANTO I LORO DATI

Qui il primo studio:
https://www.sciencedirect.com/…/a…/abs/pii/S1568997220301300

Qui il secondo studio:
https://www.mdpi.com/2076-2607/8/5/695

 

Tag:

#Coronavirus, così la Cina ha (probabilmente) evitato centinaia di migliaia di infezioni – La Stampa

la situazione

Considerazioni sull’evoluzione in corso dell’epidemia da nuovo #coronavirus SARS-COV-2 in Italia. Enrico M. Bucci – SHRO, Temple University – Philadelphia Enzo Marinari, Dipartimento di Fisica, Università “La Sapienza” – Roma Si ringrazia per i preziosi suggerimenti e per la revisione di questo testo il prof. Giorgio Parisi, presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei INTRODUZIONE Nel febbraio …: Lo studio di Enrico Bucci ed Enzo Marinari sull’evoluzione dell’epidemia da Covid-19 – Patto per la Scienza

Bruce Aylward, un esperto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che dirige una missione congiunta Oms-Cina, si è detto entusiasta delle mis: Coronavirus, così la Cina ha (probabilmente) evitato centinaia di migliaia di infezioni – La Stampa

Secondo Giuseppe Remuzzi, docente di nefrologia e direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, “nel giro di tre mesi potremmo avere un primo vaccino da testare nei volontari sani”: Coronavirus, Remuzzi: “Fra pochi mesi ci sarà il vaccino, intanto fidatevi dei medici di famiglia” – Bergamo News

Il virologo ospite di Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa su Rai 2 Sorgente: Burioni da Fazio: « Ecco la differenza del coronavirus con un virus normale» – Corriere TV

Medicalfacts di Roberto Burioni. Attenzione a chi, superficialmente, dà informazioni completamente sbagliate. Leggete i numeri.

Sorgente: Coronavirus: grave come l’influenza? I numeri dicono altro – Medicalfacts

Sorgente: Cremona, all’ospedale è allarme Coronavirus: troppi pazienti – Corriere.it

Tra le tante imprecisioni che si sentono e si leggono in questi giorni, purtroppo anche da parte di addetti ai lavori, una riguarda l’uso piuttosto disinvolto di letalità e mortalità come sinonimi. La cosi detta letalità, una abbreviazione usata per il tasso di letalità, è il rapporto tra morti per una malattia e il numero totale di soggetti affetti dalla stessa malattia.

Sorgente: Covid-19: letalità, mortalità, guarigione… maneggiare con cura | Scienza in rete

Mercoledì sera i malati erano 81, di cui 42 con polmonite e 18 gravi. Alcuni spostati a Pavia e al Niguarda di Milano «per liberare posti»
Non sappiamo più dove mettere i pazienti», spiegano al Corriere fonti sanitarie. I casi di pazienti positivi ricoverati all’ospedale di Cremona sono — a mercoledì sera — 81, di cui 42 con polmonite. Diciotto pazienti sono in condizioni gravi: e i numeri «salgono in continuazione». Il reparto di terapia intensiva dell’ospedale non riusciva a ospitare tutti i pazienti: così molti di loro sono stati trasferiti, nella notte tra mercoledì e giovedì, all’ospedale San Matteo di Pavia e al Niguarda di Milano, «per liberare posti».

 

Se rinunciamo allo sforzo, rischiamo di non capire granché di quanto ci sta accadendo e di lasciarci prendere, come molti in queste ore, da…: La matematica del contagio che ci aiuta a ragionare – Corriere.it

raccomandazioni WHO con immagini

Sono i dati forniti nel punto della Protezione civile: ‘Sono stati fatti 21.127 tamponi’ (ANSA): Coronavirus, più di 1.500 malati, il 9% gravi. 34 morti e 83 guariti – Cronaca – ANSA

È salito a quattro il numero di morti da coronavirus tra le persone ricoverate nel Bresciano: Terapie intensive in difficoltà «Molti più casi del previsto» – Corriere.it

Mascherine _WHO-Sorgente: Microsoft Word – Rational use of PPE 2020-02-27e_en_28FEB2020_marissa.docx – WHO-2019-nCov-IPCPPE_use-2020.1-eng.pdf

L’epidemiologo Vittorio Demicheli spiega perchè, secondo la scienza, ora più che mai sia necessario non riaprire le scuole: Coronavirus,”Ecco Perché Le Scuole Devono Rimanere Chiuse”: Lo Spiega l’Epidemiologo Demicheli

L’età media, le patologie pregresse, il sesso, le fasce più colpite: identikit delle persone morte in Italia fino al 4 marzo e risultate positive al…: Chi sono i morti positivi al Coronavirus, in Italia – Corriere.it

https://www.youtube      I%20ricercatori%20del%20laboratorio%20di%20Chimica%20dell'Università%20della%20Calabria%20mostrano%20come%20produrre%20in%20proprio%20il%20disinfettante%20per%20mani%20diventato%20intr:%20a%20href=https://video.lastampa.it/cronaca/coronavirus-il-videotutorial-per-preparare-il-disinfettante-per-mani-come-l-amuchina-senza-rischi/110431/110437?fbclid=IwAR3jnzsQXw2hTOOH-wq8PmS7uHje5wMfjx9QiVixaR0H4RxwiOkRT4HiroACoronavirus,%20il%20videotutorial%20per%20preparare%20il%20disinfettante%20per%20mani%20come%20l'Amuchina%20senza%20rischi%20-%20La%20Stampa/a .com/watch?v=-plxI81_oiA&pbjreload=10

 

Read the rest of this entry »

 

Come è andata la stagione influenzale? Tutti i numeri in Italia – Info Data

La maggior parte dei casi e dei decessi, oltre 8 su 10, hanno riguardato persone con più di 50 anni, con un’età mediana di 68 anni

Sorgente: Come è andata la stagione influenzale? Tutti i numeri in Italia – Info Data

 

Lancet Global Burden of Disease

Sorgente: Lancet Global Burden of Disease

 

Social Relationships and Mortality Risk: A Meta-analytic Review

In a meta-analysis, Julianne Holt-Lunstad and colleagues find that individuals’ social relationships have as much influence on mortality risk as other well-established risk factors for mortality, such as smoking.

Sorgente: Social Relationships and Mortality Risk: A Meta-analytic Review

 

Tag: , ,

Healthy lifestyle and life expectancy free of cancer, cardiovascular disease, and type 2 diabetes: prospective cohort study | The BMJ

Objective To examine how a healthy lifestyle is related to life expectancy that is free from major chronic diseases. Design Prospective cohort study. Setting and participants The Nurses’ Health Study (1980-2014; n=73 196) and the Health Professionals Follow-Up Study (1986-2014; n=38 366). Main exposures Five low risk lifestyle factors: never smoking, body mass index 18.5-24.9, moderate to vigorous physical activity (≥30 minutes/day), moderate alcohol intake (women: 5-15 g/day; men 5-30 g/day), and a higher diet quality score (upper 40%). Main outcome Life expectancy free of diabetes, cardiovascular diseases, and cancer. Results The life expectancy free of diabetes, cardiovascular diseases, and cancer at age 50 was 23.7 years (95% confidence interval 22.6 to 24.7) for women who adopted no low risk lifestyle factors, in contrast to 34.4 years (33.1 to 35.5) for women who adopted four or five low risk factors. At age 50, the life expectancy free of any of these chronic diseases was 23.5 (22.3 to 24.7) years among men who adopted no low risk lifestyle factors and 31.1 (29.5 to 32.5) years in men who adopted four or five low risk lifestyle factors. For current male smokers who smok

Sorgente: Healthy lifestyle and life expectancy free of cancer, cardiovascular disease, and type 2 diabetes: prospective cohort study | The BMJ

 

A Prescription for Longevity in the 21st Century: Renewing Purpose, Building and Sustaining Social Engagement, and Embracing a Positive Lifestyle | Geriatrics | JAMA | JAMA Network

This Viewpoint considers how physicians can help patients align health span with life span given trends toward increased longevity and emphasizes the importance of a sense of purpose, social engagement, and lifestyle choices to improve outcomes of morbidity, mortality, and quality of life.

Sorgente: A Prescription for Longevity in the 21st Century: Renewing Purpose, Building and Sustaining Social Engagement, and Embracing a Positive Lifestyle | Geriatrics | JAMA | JAMA Network

 

Ecco perché i numeri dell’Istat sono allarmanti – Quotidiano Sanità

Un declino demografico iniziato nel 2015, continuo, ininterrotto, come non accadeva da 90 anni. Oggi sappiamo che assistiamo a domicilio meno di 3 anziani su 100. Tutti gli altri? Intasano i pronto soccorso, nella migliore delle ipotesi, oppure a casa, soccorsi dalle cure ‘fai da te’ di familiari e badanti, il più delle volte in nero, quando non abbandonati perché non hanno le risorse per farsi assistere. Alzate lo sguardo dalla gabbia del “contratto di governo” e abbassatelo sull’Italia vera.

Sorgente: Ecco perché i numeri dell’Istat sono allarmanti – Quotidiano Sanità

 

Cancro: come si combatte a tavola? Beretta (Aiom): «Zucchero traditore, troppo consumo aumenta lo stato infiammatorio» – Sanità Informazione

«Un eccesso di zuccheri crea uno stato infiammatorio che favorisce l’insorgenza di cellule tumorali», sottolinea Giordano Beretta, oncologo dell’Ospedale Humanitas Gavazzeni di Bergamo

Sorgente: Cancro: come si combatte a tavola? Beretta (Aiom): «Zucchero traditore, troppo consumo aumenta lo stato infiammatorio» – Sanità Informazione

 

For Mortality, Busting the Myth of 10 000 Steps per Day | Geriatrics | JAMA | JAMA Network

Sorgente: For Mortality, Busting the Myth of 10 000 Steps per Day | Geriatrics | JAMA | JAMA Network

 

Tag:

L’Italia invecchia, male: l’80% della spesa sanitaria è per malattie croniche – Repubblica.it

Italiani ancora lenti a cambiare abitudini nocive per la salute come fumo, sedentarietà e alimentazioni scorretta, ma nel Belpaese si muore sempre meno.

Sorgente: L’Italia invecchia, male: l’80% della spesa sanitaria è per malattie croniche – Repubblica.it

 

Italia più longeva, allarme malati cronici | RomaSette

I dati del rapporto annuale Osservasalute. Vita media 83,4 anni. Allarme per i 24 milioni di affetti da patologie permanenti e per le morti ospedaliere dovute a sepsi e resistenza agli antibiotici

Sorgente: Italia più longeva, allarme malati cronici | RomaSette

Osservatorio Nazionale sulla salute nelle regioni italiane

Sorgente: Rapporto Osservasalute 2018 | Osservatorio sulla Salute

 

Tag: ,

Dr. Anteo Di Napoli Epidemiologo del comitato tecnico del registro SIN e medico epidemiologo del INMP on Vimeo

Giornata Mondiale del rene 2019 Atlante disabilita’ e mortalità della malattia renale cronica
l’atlante delle disabilita’ – CS_L’Italia per l’equità nella salute – Atlante italiano delle disuguaglianze di mortalità per livello di istruzione.
inmp.it/ita/Eventi/Eventi-INMP/Eventi-Nazionali/Convegno-L-Italia-per-l-equita-nella-salute-Atlante-italiano-delle-disuguaglianze-di-mortalita-per-livello-di-istruzione-Scarica-il-documento

 

Cardiovascular Disease – World Kidney Day

Links between Kidney Disease and Cardiovascular Disease       Most organs of our body have strong links and interdependency. Heart and kidneys are not an exception. There is a strong connection between kidney disease and cardiovascular (heart and blood vessels) disease. People with CKD are known to have an increased risk of a stroke or …

Sorgente: Cardiovascular Disease – World Kidney Day

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: