RSS

Archivi categoria: valutazione

Modelli, ricercatori e politica: cosa è andato storto? | Fondazione PER

Sorgente: Modelli, ricercatori e politica: cosa è andato storto? | Fondazione PER

 

Dati e numeri sui decessi

Gli autori confondono il fattuale con il controfattuale.
https://www.ilsole24ore.com/art/siamo-l-unico-paese-mondo-che-sta-distruggendo-sua-economia-e-sua-cultura-causa-virus-ADemZwK?fbclid=IwAR2n0OF095OuyNT_b8KJrgKV1mfRCjQSpARelIcDzblyns28wyl4SwT0yqY

 

Nel pezzo si commenta il limitato numero di decessi in presenza di lockdown per sostenere che il lockdown è una misura eccessiva e suggerire di interromperlo.

Il problema è che non sappiamo cosa sarebbe accaduto senza le restrizioni. In altri termini, non abbiamo il controfattuale. Gli autori invece credono che il controfattuale sia proprio ciò che abbiamo sotto gli occhi.

Un aspetto è che gli autori sostengono di calcolare il numero di morti a causa del Covid19 usando i dati Istat sui decessi per il primo quadrimestre del 2020. Peccato che quei dati l’Istat non li abbia ancora rilasciati.

Invece ha rilasciato i decessi del primo trimestre
https://www.programmazionesanitaria.it/…/66-200416…

che dimostrano chiaramente i dati e l’andamento soprattutto di alcuni regioni.
tra l’altro in quasi un mese di quarantena, i decessi sono scesi notevolmente per incidenti stradali e di lavoro.

Al momento attuale non e’ possibile ridimere la controversia tra morire Con o A CAUSA del virus.
Forse non sarà possibile neanche in futuro per il tipo di codifica che ISTAT usa nelle sue form di morte e che dipendono da chi riempie e compila.
Ma il totale dei morti la dice lunga ed e’ ben chiaro l’andamento soprattutto nelle regioni colpite pesantemente al virus . ISTAT permette anche di fare per singolo comune. Ad esempio Bergamo
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/…/93661478…

https://www.istat.it/it/files//2020/03/tavola-sintetica.zip

Come si nota, gli editorialisti usano in realtà una fonte, ItaliaOra.org, che si limita a fare proiezioni. Chi ne siano gli autori e quale sia il metodo di stima impiegato, non si sa.

Nel pezzo ci sono diversi altri errori grossolani su cui non vale la pena soffermarsi.

Gli autori sono un professore di Filosofia del diritto noto polemista televisivo e sostenitore ante marciam dei 5 Stelle. E un trader che afferma di avere “Dottorato in Economia all’Università di Roma” . Un dottorato, capite? Che scrive nel sole 24 ore

In figura una elaborazione fatta da me sui dati ISTAT facilmente scaricabili dal sito. Primi tre mesi 2019 vs 2020

Ognuno e’ libero di pensare cio’ che vuole, ma i numeri sono numeri e parlare di dati del quadrimestre mi sembra una mancanza di rispetto per i lettori.
LA germania riapre dopo ceh ha dato risposte credibili prima di tutto ai suoi cittadini con un’organizzazione di cui si comincia a trovare traccia anche in pubblicazioni scientifiche
https://today.rtl.lu/…/science-and…/a/1498185.html…

E’ indubbio che vada riaperto ma in mano a questi che non sanno cosa fare, che non riescono ad armonizzare le regioni Che licenziano una app che non servirà a nulla (neanche a copiare sono capaci) . Il caos assoluto. Unico al mondo
Ma i numeri no, non me li tocchino , perché li smascheriamo.

 

poi alla fine:
https://www.ilsole24ore.com/art/comunicato-sindacale-ADVH1BL?fbclid=IwAR1TZayLthBTntzaWmJbav05JX0Yk08uhVZZ9NPj4vHNAYGTAQJ2hU3PjiA

 

 

Acute care hospital beds per 100 000 – European Health Information Gateway#coronavirus

Visualizations: Acute care hospital beds per 100 000, Categories: Health care resources

Sorgente: Acute care hospital beds per 100 000 – European Health Information Gateway

 

Data – European Health Information Gateway

Overview of statistical datasets and health information by WHO Regional Office for Europe

Sorgente: Data – European Health Information Gateway

 

Perché così tanti incompetenti ricoprono posizioni di vertice

Perché è così facile per i maschi alfa incompetenti diventare leader? Risponde uno dei più famosi head hunter italiani.

Sorgente: Perché così tanti incompetenti ricoprono posizioni di vertice

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 ottobre 2019 in management, valutazione

 

Tag: ,

Rankings & Ease of Doing Business Score

Ital

Sorgente: Rankings

 

Italiani popolo ignoranti | E non ce ne vergogniamo, anzi

Italiani popolo ignoranti | In Europa ridono del nostro grado medio di istruzione e noi ridiamo di loro. Il commento di Giulio Cavalli

Sorgente: Italiani popolo ignoranti | E non ce ne vergogniamo, anzi

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 agosto 2019 in management, valutazione

 

Tag:

Manager della complessità: ciò di cui le aziende hanno bisogno

Le aziende hanno bisogno di persone con menti elastiche e creative, abituate a cogliere nessi e occasioni dove oggi vediamo solo ostacoli e limiti. Per farlo, però, serve ripensare l’organizzazione e il lavoro, ricominciando dalla formazione. Intervista a Piero Dominici, navigatore illuminato nella società delle crisi

Sorgente: Manager della complessità: ciò di cui le aziende hanno bisogno

 

Osservatorio Buona Sanità

Sorgente: Osservatorio Buona Sanità

 

Regioni benchmark 2018. Toscana al 1° posto. Le altre due saranno scelte tra Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia. Il Veneto non riesce a entrare tra le prime 5 – Quotidiano Sanità

La struttura tecnica incaricata di valutare le migliori performance regionali ai fini di selezionare le Regioni di riferimento per determinare i parametri di riparto del fondo sanitario hanno messo nelle mani delle Regioni e del Governo la rosa delle prime cinque dalle quali dovranno essere scelte le tre regioni benchmark. Dato che la prima in classifica (Toscana) entra di diritto nella rosa, si dovrà scegliere tra Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia. L’anno scorso il primato andò a Marche, Veneto e Umbria. Ma la Conferenza dei presidenti ha chiesto il rinvio del punto per l’intesa in Stato Regioni. IL DOCUMENTO.

Sorgente: Regioni benchmark 2018. Toscana al 1° posto. Le altre due saranno scelte tra Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia. Il Veneto non riesce a entrare tra le prime 5 – Quotidiano Sanità

 

In the Era of Precision Medicine and Big Data, Who Is Normal? | Genetics and Genomics | JAMA | JAMA Network

In this Viewpoint, John Ioannidis and colleagues discuss the challenges and potential benefits of defining what is “healthy” in an era of precision medicine, when defining normal will require that each person be assigned to an increasingly narrow and granular reference population.

Sorgente: In the Era of Precision Medicine and Big Data, Who Is Normal? | Genetics and Genomics | JAMA | JAMA Network

 

Tag: ,

Protesi e tumori, in una sala operatoria su tre si rischia la vita per inesperienza dei medici – la clinical competence punto centrale della qualità

A misurare lo stato di salute degli ospedali nostrani è l’Agenas: nonostante i problemi, in Italia ci si cura un po’ meglio e, a sorpresa, anche al Sud

Sorgente: Protesi e tumori, in una sala operatoria su tre si rischia la vita per inesperienza dei medici – La Stampa

la clincal competence deve essere definita ed entrare nei modelli di accreditamento. La SIN aveva provato a definirla

 

Tag: , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: