RSS

Archivi categoria: statistiche

A Madrid l’aspettativa di vita più alta con 85,2 anni ma al secondo posto, insieme ad altre due regioni spagnole, c’è Trento con 84,3 anni  – Quotidiano Sanità

Eurostat ha pubblicato un’analisi dell’aspettativa di vita alla nascita nell’Ue per Regione. In testa quelle spagnole, ma al secondo posto (con altre aree dela Spagna) c’è Trento. Va male nei paesi dell’Est, mentre in Italia chi registra i valori più bassi sono Campania, Sicilia, Calabria seguite dalla Valle d’Aosta.

Sorgente: A Madrid l’aspettativa di vita più alta con 85,2 anni ma al secondo posto, insieme ad altre due regioni spagnole, c’è Trento con 84,3 anni  – Quotidiano Sanità

 

Sanità: l’Italia sale al 4° posto, scivolano Usa e Inghilterra – Il Sole 24 ORE

Prima Hong Kong, seconda Singapore, terza la Spagna. Quarta, l’Italia, che rimonta di ben due posti la classifica. L’anno scorso eravamo sesti. L’agenzia di rating internazionale Bloomberg continua a “premiare” il nostro servizio sanitario, aggiornando

Sorgente: Sanità: l’Italia sale al 4° posto, scivolano Usa e Inghilterra – Il Sole 24 ORE

 

Dove e di cosa si muore. La mappa delle cause di morte povincia per provincia – Info Data

Gli incidenti stradali per la fascia più giovane della popolazione. Il cancro per gli adulti. E infine la demenza senile tra gli over 65. Senza dimenticare la mortalità infantile. Il 2 novembre è lontano, ma tra gli indicatori del benessere equo e sostenibile dei territori, recentemente rilasciato, Istat ha inserito anche alcune tavole dedicate …

Sorgente: Dove e di cosa si muore. La mappa delle cause di morte povincia per provincia – Info Data

 

Italia della salute e classifiche internazionali. Come siamo messi realmente? L’analisi di Gimbe – Perche’ Bloomberg e’ inattendibile.

Dalle analisi dell’Osservatorio Gimbe sulle classifiche internazionali emerge che non è più tempo di illudersi con le prestigiose posizioni della sanità italiana conquistate in tempi remoti, oppure in classifiche che ne sovrastimano la qualità. Oggi il sistema più completo e aggiornato per valutare le performance dei sistemi sanitari è quello dell’Ocse, dove Gimbe, in occasione dei 40 anni del Ssn, ha identificato punti di forza e criticità del nostro servizio sanitario al fine di predisporre le azioni di miglioramento. IL REPORT

Sorgente: Italia della salute e classifiche internazionali. Come siamo messi realmente? Bene aspettativa di vita, qualità delle cure e tempi di attesa per molte prestazioni. Male standard personale e uso farmaci equivalenti. L’analisi di Gimbe – Quotidiano Sanità

La classifica Bloomberg misura esclusivamente l’efficienza dei sistemi sanitari, mettendo in relazione l’aspettativa di vita con la spesa pro-capite, sovrastimando la qualità del nostro Ssn (3° posto), sia perché la longevità dipende soprattutto da altre determinanti della salute (pensa a come si vive bene e mangia bene dalle nostre parti), sia perché la riduzione della spesa sanitaria ci ha permesso di scalare la classifica. Non si ritiene quindi attendibile ed affidabile, soprattutto in Italia legare la aspettativa di vita alle cure e non agli stili di vita e all’alimentazione Per molti e’ un bias forte e non sostenibile. Inoltre lil basso livello di spesa a fronte di vita media viene considerato un’ottima cosa da Bloomberg, Insomma collegare lo spendere meno e la vita media lunga non sono indicatori di cui tenere conto nella nostra realtà.

l’indice piu’ accreditato e’ l’euro Health consumer Index. la posizione dell’Italia e’ ben lontana dal terzo posto (2017): diciasettesimo

 

nel 2016 la stessa cosa:

Tutto inizia con quel secondo posto dopo la Francia nella classifica Oms del 2000. Da allora a seconda se si vuol parlare male o bene della nostra sanità si tira fuori una classifica diversa. Per i fan del Ssn il nuovo mito è Bloomberg che ci piazza al primo posto in Europa e al terzo nel Pianeta. Per i detrattori la Bibbia è invece la classifica di Euro Health Consumer che ci ha visto sempre messi male rispetto agli altri partner europei

Sorgente: La sanità italiana e le classifiche internazionali. Al primo posto in Europa per Bloomberg, al 22° per Health Consumer Index. Qual è la verità? – Quotidiano Sanità

 

Tag: ,

Sanità, Eurostat: “Una morte su tre in Europa è evitabile. Prima causa l’infarto” – Il Fatto Quotidiano

Oltre 570mila morti sarebbero evitabili grazie alle conoscenze mediche e tecnologiche cui si dispone attualmente. A portare alla luce questi dati è un recente rapporto di Eurostat che analizza la condizione sanitaria e di prevenzione nel territorio europeo. Da questa ricerca emerge che la prima causa di morte evitabile è l’infarto che coinvolge infatti un …

Sorgente: Sanità, Eurostat: “Una morte su tre in Europa è evitabile. Prima causa l’infarto” – Il Fatto Quotidiano

Sorgente: Fnomceo, 90 mila morti l’anno per assenza prevenzione primaria | Univadis

Sorgente: Sanità: 7.000 morti l’anno per le infezioni ospedaliere – Il Sole 24 ORE

 

Al nord  si muore meno ma solo dove funziona la prevenzione; l’Italia comunque è la più longeva in Europa dopo la Svezia

Sorgente: Sanità: cresce il divario nord-sud sulle morti da tumore

 

 

Regioni benchmark 2018. Toscana al 1° posto. Le altre due saranno scelte tra Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia. Il Veneto non riesce a entrare tra le prime 5 – Quotidiano Sanità

La struttura tecnica incaricata di valutare le migliori performance regionali ai fini di selezionare le Regioni di riferimento per determinare i parametri di riparto del fondo sanitario hanno messo nelle mani delle Regioni e del Governo la rosa delle prime cinque dalle quali dovranno essere scelte le tre regioni benchmark. Dato che la prima in classifica (Toscana) entra di diritto nella rosa, si dovrà scegliere tra Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia. L’anno scorso il primato andò a Marche, Veneto e Umbria. Ma la Conferenza dei presidenti ha chiesto il rinvio del punto per l’intesa in Stato Regioni. IL DOCUMENTO.

Sorgente: Regioni benchmark 2018. Toscana al 1° posto. Le altre due saranno scelte tra Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia. Il Veneto non riesce a entrare tra le prime 5 – Quotidiano Sanità

 

«Dove e come mi curo»: il portale per scegliere il milgiore ospedale sul web | Sanità24 – Il Sole 24 Ore

“www.doveecomemicuro.it”, un sito internet che mappa l’offerta sanitaria italiana e aiuta i cittadini a scegliere tra 1233 strutture quella che offre l’assistenza migliore per una certa patologia e che risponde a determinati canoni, ad esempio la vicinanza geografica. Mancava in Italia un servizio di simile utilità pubblica ed è proprio per colmare questa lacuna che il portale è stato sviluppato dal team del Professor Walter Ricciardi, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università Catt olica – Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Sorgente: «Dove e come mi curo»: il portale per scegliere il milgiore ospedale sul web | Sanità24 – Il Sole 24 Ore

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: