RSS

Archivi tag: malattie croniche

Association between continuity of care in general practice and hospital admissions for ambulatory care sensitive conditions The BMJ – Farsi visitare sempre dallo stesso medico potrebbe aiutare gli anziani a evitare ricoveri in ospedale

Sorgente: Association between continuity of care in general practice and hospital admissions for ambulatory care sensitive conditions: cross sectional study of routinely collected, person level data | The BMJ

Farsi visitare sempre dallo stesso medico potrebbe aiutare gli anziani a evitare ricoveri in ospedale.

da new age pfizer

Quando lo dicevamo noi (ci abbiamo fatto anche un pool) non ci credeva nessuno. La continuità della cura e la presa in carico e’ il più’ potente antidoto contro l’inappropriatezza e il sistema migliore per assicurare migliore aderenza, migliore cura e minori effetti collaterali compresi i ricoveri. Non siamo tutti uguali
Anche se c’e’ qualcuno che fa fare le visite non solo mai con lo stesso medico, mai con la stessa equipe ma neanche nella stessa citta’. Se vuoi una visita devi andare dove c’e’ posto anche a chilometri di distanza da dove ti hanno visitato in precedenza e sempre in posti diversi a meno che non voglia pagare il primario che ha chiuso l’ambulatorio e che ha visto bene di fare l’attività’ professionale . Bene , va tutto bene no?

Un nuovo studio britannico suggerisce che farsi visitare dallo stesso medico per un lungo periodo potrebbe aiutare le persone anziane a evitare ricoveri in ospedale.

le percentuali di ricoveri ospedalieri erano del 9% più basse tra coloro che avevano una continuità assistenziale media rispetto ai pazienti con continuità assistenziale bassa, e del 12% più basse tra quelli con continuità assistenziale elevata, hanno scritto l’autrice dello studio Creina Lilburne e i suoi colleghi.

“le strategie per migliorare la continuità assistenziale possono ridurre i costi delle cure secondarie, in particolare nei pazienti che ricorrono spesso all’assistenza sanitaria”.

coinvolgimento nella cura

 

Tag: , , , ,

Cronicità alla lombarda con medico “pivot” | Sanità24 – Il Sole 24 Ore

Il 30 gennaio 2017 la Giunta regionale della Lombardia ha approvato la delibera n. 6164 con cui riforma la gestione delle cure primarie. Il tema al centro del dibattito è la gestione del paziente

Sorgente: Cronicità alla lombarda con medico “pivot” | Sanità24 – Il Sole 24 Ore

 

Tag: ,

5 Ways to Build a Culture of Caring | La cultura del prendersi cura

A culture of caring isn’t just about caring for your employees and having them care for customers.

Sorgente: 5 Ways to Build a Culture of Caring | Inc.com

 

Tag: ,

Hospitalists and the Decline of Comprehensive Care — NEJM – La morte dell’ospedale per intensità’ di cure e la separazione dei percorsi di presa in carico

Hospitalist e specialisti. Come porsi nell’ottica delle malattie croniche. Chi assiste meglio i pazienti.

Il binomio ospedale ambulatorio e’ molto evidente in USA, in Italia il collegamento ambulatorio – ospedale e’ più stretto e tale deve rimanere. Dice l’articolo:” As the number of physicians caring for a patient increases, the depth of the relationship between patient and physician tends to diminish — a phenomenon of particular concern to those who regard the patient–physician relationship as the core of good medical care” Man mano che il numero di pazienti aumenta il rapporto medico paziente tende a diluirsi ma tale rapporto è il fulcro di una buona pratica medica”

ed inoltre: “Moreover, the acute care focus of hospital medicine may not match the need of many patients for effective disease prevention and health promotion.” Non si tiene in conto che la medicina per intensità di cure non tiene in adeguato conto la prevenzione delle malattie e la promozione della salute”

si può’ dire di piu’?  Si certo : la morte dell’ospedale per intensità’ di cure e la separazione dei percorsi di presa in carico. Ci avete fatto perdere tempo e avete ridotto i livelli di cura degli assistiti, altro che ! Poi vi lamentate che la mortalità’ aumenta, io mi meraviglierei se non aumentasse con i vostri demenziali modelli di cura.

In Italia, dove il sistema permette la presa in carico ambulatoriale da parte degli specialisti ospedalieri che garantiscono tutto il processo di cura, dalla visita, al ricovero,  e quindi ottimi livelli di cura, si verifica che qualche direttore generale permetat la sepaarzione dei percorsi, e ci sia  di giorno eccellenza, di notte, domeniche e sabati chi c’e’ c’e’!

e forse anche qualche primario connivente

Perspective from The New England Journal of Medicine — Hospitalists and the Decline of Comprehensive Care

Sorgente: Hospitalists and the Decline of Comprehensive Care — NEJM

 

 

Tag: , , , ,

Documento condiviso SICP-SIN Le Cure Palliative nelle persone con malattia renale cronica avanzata

Documento condiviso SICP-SIN
Le Cure Palliative nelle persone con malattia renale cronica avanzata

Sorgente: Società Italiana di Nefrologia

 

Tag: ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: