RSS

Archivi categoria: educazione sanitaria

Il Mezzogiorno sta male. Più alti livelli di mortalità, speranza di vita più bassa e cresce la spesa privata. Il Rapporto Osservasalute 2016 – Quotidiano Sanità

Sorgente: Il Mezzogiorno sta male. Più alti livelli di mortalità, speranza di vita più bassa e cresce la spesa privata. Il Rapporto Osservasalute 2016 –

Sorgente: In Italia quasi 24 milioni di malati cronici – Repubblica.itQuotidiano Sanità

 

Mayo Clinic News Network

THIS WEEK’S TOP STORIES Walking: Trim your waistline, improve your […]

Sorgente: Mayo Clinic News Network

 

Takeaway: come cambiano le abitudini alimentari in Italia

Generazione takeaway: cambiano le abitudini alimentari in Italia. Il 51% degli italiani ha ordinato cibo da asporto almeno una volta negli ultimi sei mesi

Sorgente: Takeaway: come cambiano le abitudini alimentari in Italia

 

 Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria – PerugiaOPEN ACCESS volume 3

Sorgente: OPEN ACCESS volume 3

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 novembre 2016 in educazione sanitaria, screening

 

Association of Protein Intake With Mortality | Cardiology | JAMA Internal Medicine |ancora una conferma

This cohort study assesses the associations of animal and plant protein intake with the risk for mortality in 2 populations of US adults.

Sorgente: Association of Protein Intake With Mortality | Cardiology | JAMA Internal Medicine | The JAMA Network

 

Causa fondamentale del reinfarto è insufficienza renale. spesso non riconosciuta e poco considerata. . In un caso su cinque chi ha avuto il primo rischia il secondo. Ecco come evitarlo: applicare anche decreto ministeriale malattia renale cronica.

Nefrologi in audizione al Senato. “Problemi connessi a malattia renale cronica sono sottovalutati da cittadini e da autorità sanitarie” – Quotidiano Sanità

Insufficienza renale 5a causa di comorbidita’ in Italia e nel mondo

Colpa dei troppi ‘buchi’ della prevenzione cardiovascolare, tanto nota quanto poco praticata. Di fronte a questi numeri gli esperti lanciano una call to action indirizzata ai medici perché dedichino tempo all’empowerment dei pazienti. L’80% degli infarti sarebbe evitabile smettendo di fumare, mangiando sano e facendo un po’ di sport. Ma in Europa, dopo un infarto, il 16% dei pazienti continua a fumare, il 38% è obeso, il 60% non fa attività fisica e uno su due butta via le medicine, ma soprattutto la insufficienza renale non viene riconosciuta, vine sottovalutata e le nefrologia sono annullate e ridotte in qualità’ professionale

Sorgente: Infarto. In un caso su cinque chi ha avuto il primo rischia il secondo. Ecco come evitarlo. Gli standard della Società europea di cardiologia – Quotidiano Sanità

ma anche applicare decreto malattia renale cronica.

 

More Exercise Could Mean Less Money Spent on Healthcare — Più attività fisica meno spese per i servizi sanitari

By Kelly Young Edited by Susan Sadoughi, MD, and Richard Saitz, MD, MPH, FACP, FASAM Optimal levels of moderate-to-vigorous physical activity are

Sorgente: More Exercise Could Mean Less Money Spent on Healthcare — Physician’s First Watch

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: