RSS

Archivi categoria: editoriali

La cura della cronicità – SaluteInternazionale

Gavino Maciocco Un modo nuovo di leggere la cronicità nel libro di Dagmar Rinnenburger.

Sorgente: La cura della cronicità – SaluteInternazionale

 

Passato e Presente – Cambogia, il genocidio – Video – RaiPlay

E’ il 7 aprile 1975 quando I khmer rossi entrano a Phnom Pen, la capitale della Cambogia. La popolazione li accoglie festosamente, sperando di poter così tornare a condurre una vita normale e pacifica. È invece l’inizio di un regime liberticida e sanguinario, basato sul lavoro coatto e sulla delazione. In questa puntata di

Sorgente: Passato e Presente – Cambogia, il genocidio – Video – RaiPlay

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 ottobre 2019 in editoriali, sociale

 

Bimbi in balia dell’alcol, boom di ricoveri – Cronaca – quotidiano.net

Sempre più bassa l’età della prima sbronza. Sos dei medici: rischiano epatiti e tumori

Sorgente: Bimbi in balia dell’alcol, boom di ricoveri – Cronaca – quotidiano.net

 

L’Italia è prima in Europa per distanza fra percezione e realtà. A rischio è la democrazia. – The Vision

Lo pseudo-ambiente cognitivo in cui si sviluppa l’opinione pubblica italiana ci presenta un Paese povero e invaso da stranieri. Ma non è così.

Sorgente: L’Italia è prima in Europa per distanza fra percezione e realtà. A rischio è la democrazia. – The Vision

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 settembre 2019 in editoriali, futuro, sociale

 

Ecco perché i numeri dell’Istat sono allarmanti – Quotidiano Sanità

Un declino demografico iniziato nel 2015, continuo, ininterrotto, come non accadeva da 90 anni. Oggi sappiamo che assistiamo a domicilio meno di 3 anziani su 100. Tutti gli altri? Intasano i pronto soccorso, nella migliore delle ipotesi, oppure a casa, soccorsi dalle cure ‘fai da te’ di familiari e badanti, il più delle volte in nero, quando non abbandonati perché non hanno le risorse per farsi assistere. Alzate lo sguardo dalla gabbia del “contratto di governo” e abbassatelo sull’Italia vera.

Sorgente: Ecco perché i numeri dell’Istat sono allarmanti – Quotidiano Sanità

 

Rapporto sul turismo del Wef: l’Italia ferma all’ottavo posto. Insufficienti sicurezza e igiene – La Stampa

L’Italia, meta da sogno per il turismo mondiale, resta ferma all’ottavo posto tra le destinazioni preferite dai viaggiatori, posizionandosi dietro a Spagna, Francia, Germania, Giappone, Stati Uniti, Regno Unito e Australia. E’ quanto emerge dal rapporto del World economic forum, “Travel and tourism competitiveness report”, che analizza le caratteristiche di …

Sorgente: Rapporto sul turismo del Wef: l’Italia ferma all’ottavo posto. Insufficienti sicurezza e igiene – La Stampa

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 9 settembre 2019 in editoriali, futuro, sociale

 

Perché Salvini si e’ dimesso

trump_putin

Sento in tutte le salse che Salvini abbia pagato lo scotto di essere contro l’Europa.

Io cerco di dare un contributo cercando di oggettivarlo con link e dati e tempi.

Vedremo, se mai sara’ possibile, sapere cosa sia veramente successo, ma questo mi sembra un quadro piu’ che plausibile.

E’ innegabile che Salvini stesse scardinando alleanze storiche tipo Italia , USA. Lui pensava di fare il doppio forno, di uscire dall’Europa e dall’Euro cosa che andava bene a Putin e Tramp, ma gli USA, non potevano sopportare il giochetto di spostare l’asse verso Mosca.
E qui intervengono i servizi segreti, delizia di tutti i film di spionaggio ma molto concreti..
Salvini gioca sempre con il telefonino si affida al Rosario ma NSA ti ascolta anche se respiri.
Infine quello che succede al Metropol cambia tutto. L’intento e’ quello di spostare il baricentro  verso Mosca:

L’audio pubblicato dal sito Usa BuzzFeed
Il frammento di audio è stato pubblicato in esclusiva dal sito statunitense BuzzFeed . In questo audio, in particolare, si sente una voce attribuita a Savoini che dice in inglese: «Noi vogliamo cambiare l’Europa. Una nuova Europa deve essere vicina alla Russia, come era prima, perché noi vogliamo la nostra sovranità». Le trascrizioni mostrano la parte entusiasta di Salvini, definito come il «Trump europeo». Salvini il giorno precedente aveva incontrato il vicepremier russo Dmitry Kozak e Vladimir Pligin di Russia unita, il partito di Putin. «Salvini è il primo uomo che vuole cambiare tutto in Europa», dice Savoini nell’audio, secondo BuzzFeed, segnalando la volontà di costituire una «grande alleanza» con i «partiti che sono pro-Russia», facendo riferimento alla francese Le Pen e al partito di estrema destra tedesco AfD.

 

Dei soldi e del petrolio non frega niente agli USA , ma della parte politica si. Ha messo in dubbio anche le sanzioni contro la Russia
Da allora cambia tutto.
Quindi quando va in USA Trump non lo riceve ( solo Pompeo), e escono le intercettazioni dei nobili intenti di fregare l’amico sovranista Trump che tanto si sta dando da fare per staccare UK e che punta sull’ Italia sovranista, ma in versione USA. Che colpo sarebbe staccare UK e Italia.
Sentire dai video pubblicati e magari da intercettazioni telefoniche che l’intento e’ INVECE di spostare l’asse verso Mosca non deve aver fatto piacere all’”amico” Trump dopo che i soliti servizi avevano fatto fuori con lo stesso gioco anche l’Austria. Ed allora piccolo pizzino al tipo: togliti di mezzo sennò chissà che altro faccio uscire visto che tu il telefonino te lo porti anche quando ti copri la bocca e non hai capito che noi sentiamo anche se lo spengi e magari, tramite questo,  senti anche quello che dici in altri telefoni protetti ( Merkel insegna). Infatti potrebbe uscire qualcosa di queste benedette tangenti, che diventano un bel grimaldello in mano agli USA.

Tanto che Salvini evita di andare in parlamento a rispondere. E cosa mai avrebbe potuto accadere se fosse stato incriminato come ministro dell’Interno dopo qualche ulteriore rivelazione? Avrebbe dovuto dimettersi e trovarsi in grave affanno.

Salvini ha deciso di buttare all’aria il governo perché, se mai arrivasse qualche rinvio a giudizio, potrebbe difendersi meglio all’opposizione invocando le faide, l’Europa, e fare un po’ di vittimismo.

Anche il PD riceve un pizzino: non rompete e fate sto governo; quindi basta dire che non fate accordi con i 5s. Loro sono per tutte le stagioni. Voi siete atlantisti, fate quello che dovete. Non smonterete l’Europa come Salvini ma almeno non la portate verso la Russia. Poi vi ricompensiamo (tanto che lo scemo di turno europeo lo ha ricopiato).

Salvini quindi trova scuse e lascia sperando di non farsi troppo male ma meglio che scomparire o in galera per alto tradimento. La cosa non e’ chiara a tanti, anche della lega, ma lui che ha ricevuto il pizzino sa perché’-

Tuttavia non gli risulta chiaro, e questo lo spiazza,  che il pizzino e’ arrivato anche al PD, spera ancora nelle elezioni visto che solo qualche giorno prima tutto il PD dichiarava mai con i 5s. In fondo la stessa cosa capitata a Savoini è capitata in Austria e loro tornano alle urne, perché’ non in Italia?

Perché’ l’Italia e’ in mezzo al mediterraneo. Troppo importante per perderla.

Trump cerca alleati contro Mosca. Smontiamo l’Europa ma entro area USA. Se deve andare verso Russia allora teniamoci l’Europa.

 

Allora considerazioni finali.
Salvini ha peccato di onnipotenza , pensava di poter giocare su più tavoli, ma la Bestia è un’arma comunicativa.

In Italia poteva farlo ma non con  Trump e i servizi segreti americani che rispondono direttamente al presidente.

Poi e’ ovvio che i mercati hanno gradito. Sotto l’ombrello e la benedizione USA ci saranno piu’ garanzie e stabilità. Addirittura Trump lancia l’endorsement a Conte. Piu’ chiaro di cosi’?
Tiriamo a campare. Non senza Salvini ma soprattutto senza Borghi e Rinaldi, i peggiori compagni di strada che poteva scegliersi in assoluto. Borghi solo qualche giorno fa continuava a dire che voleva uscire dall’euro. Ed ora quindi di cosa ci si meraviglia? Se in un matrimonio, pensando di aumentare la tua forza di sottomissione per ottenere favori di vario tipo, dalla cucina ad altro, dici sempre che se potessi te ne andresti, che non sopporti tua moglie , che tua moglie deve farti uscire ogni sera fino alle 2 di notte se no appena puoi metti in crisi il matrimonio, allora la moglie, qualche volta, soprattutto se ha forze sue, ti anticipa e ti lascia in mutande.

Appunto.

Il suo errore non è stato combattere l’Europa, ma andare verso Putin.
Tutti errori mortali agli occhi di Trump, sovranista come lui ma a favore degli USA. E se accetti il sovranismo, ne accetti anche le conseguenze. Ognuno e’ sovranista a casa sua.

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 30 agosto 2019 in editoriali, sociale, top

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: