RSS

Archivi categoria: MRC malattia renale cronica

A Case for More Frequent, Not Just Earlier, Nephrology Care of Patients Approaching ESRD? – AJKD

La cura nefrologica ai nefrologi: Il mio primo punto di programma
No agli Hospitalist, no all’intensità di cura

A Case for More Frequent, Not Just Earlier, Nephrology Care of Patients Approaching ESRD? – American Journal of Kidney Diseases

Related Article, p. 164

Uno dei pochi studi che hanno esaminato la frequenza della cura nefrologica e non solo la precocità’ dell’intervento. Sarebbe necessario si prendesse atto che la frequenza  delle visite, cosi’ come riportato nel decreto ministeriale, e’ fondamentale e non si possono chiudere ambulatori aumentando le liste di attesa per diatribe tra territorio e ospedali. Invece di fare campagne elettorali sarebbe opportuno che ci si adoperasse per far immettere a RAO le visite nefrologiche assicurando la corretta gestione delle nefropatie e la riduzione del rischio clinico ad esse collegato.

I manager che pontificano senza mai avere visto un paziente ed impedito mai un solo evento si confrontino con i clinici veri e non con  coloro che, sistemati da loro, dicono sempre si.

 

 

Annunci
 

Tag: , ,

Chronic Kidney Disease Risk Higher With Intensive BP Control – abbassare troppo la PA nei pazienti nefropatici può’ peggiorare la funzione renale

Sorgente: Chronic Kidney Disease Risk Higher With Intensive BP Control – Renal and Urology News

 

Renin-Angiotensin System Inhibitors and Kidney and Cardiovascular Outcomes in Patients With CKD: Meta-analysis RCT

Sorgente: Renin-Angiotensin System Inhibitors and Kidney and Cardiovascular Outcomes in Patients With CKD: A Bayesian Network Meta-analysis of Randomized Clinical Trials – American Journal of Kidney Diseases

Il commento dell’amico Strippoli della Cochrane
http://www.ajkd.org/article/S0272-6386(16)00137-2/fulltext

 

You Don’t Look Sick – Non sembro malato ma lo sono. Un grave problema che affligge i nostri pazienti

Sorgente: You Don’t Look Sick – The National Kidney FoundationParliamo di #psicologia della malattia renale e di una #frase in particolare che può provocare stati d’animo controversi: “non sembri poi così malato/ ti trovo bene, non mi pare tu stia così male”.
A parte la bonarietà con cui certe affermazioni possono essere dette, in realtà non hanno un effetto così positivo come potrebbe sembrare.
Ad esempio potrebbero portare ad una #sottostima dei #sintomi o addirittura una riduzione dell’attenzione alla #terapia.

 
 

Study sheds light on kidney damage caused by obesity – Nephrology News & Issues

Tra le cause di IRC c’e’ anche l’obesità’.

Il controllo del peso fondamentale anche nelle malattie renali

Sorgente: Study sheds light on kidney damage caused by obesity – Nephrology News & Issues

 

Chronic kidney disease (CKD) and acute kidney injury are on the rise worldwide. CKD affects as many as 10-15% of the world’s population and is associated with accelerated aging and severe cardiovascular complications. complications around uremic phenotype is challenging, especially in low and middle-income countries.

Sorgente: Lancet

The nephrology community has recognized the importance of communicating about global kidney health. A recently-presented roadmap aimed to slow CKD progression, alleviate its complications and improve the quality and quantity of clinical trials.

Un problema sociale di dimensioni epocali contro cui non abbiamo risorse. Spostare l’attenzione e alcune risorse dalla dialisi alla MRC

 

Elderly patients with chronic kidney disease: do they really need referral to the nephrology clinic? | Clinical Kidney Journal | Oxford Academic

Sorgente: Elderly patients with chronic kidney disease: do they really need referral to the nephrology clinic? | Clinical Kidney Journal | Oxford Academic

Identificare i pazienti progresso dai non progressor

programma1

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: