RSS

Archivi categoria: obesita

La dieta Chetogenica è il vecchio Diesel delle diete.

Enzo Spisni

La dieta Chetogenica è il vecchio Diesel delle diete.

Partiamo dal Diesel. Sono molti anni che ci raccontano che il motore Diesel potrebbe, con opportuni accorgimenti tecnologici essere più pulito di quello a benzina. Prima pareva bastasse inserire il filtro anti-particolato (FAP) che trattiene le polveri più grezze ma poi si è scoperto che non trattiene quelle sottili (ben più pericolose), poi hanno tentato con le centraline “taroccate” (vedi caso Volkswaghen) ma gli americani se ne sono accorti, poi è la stata volta degli ossidi di azoto (NOx) che però pare che nelle ultime versioni di motori Euro 6 siano emessi in quantità quasi simili a quelle dei motori a benzina. Da ciclista e scooterista però, indipendentemente da quello che mi hanno raccontato per anni sui Diesel, ho sempre preferito di gran lunga seguire (se obbligato) una vettura a gas, magari a metano, piuttosto che una Diesel, che in accelerazione lascia sempre fumate nere che non hanno proprio l’aria di essere salubri, come aria di montagna, per i miei polmoni.
La dieta Chetogenica, come i motori Diesel, è piena di estimatori. Fa dimagrire, elimina i malefici carboidrati più o meno glutinici, controlla bene la glicemia, migliora forse un po’ il profilo lipidico (dipende) e, insomma, farebbe tutta una serie di effetti metabolici positivi che a ben guardare, io non ho mai trovato.
La dieta chetogenica si basa sulla drammatica riduzione dei carboidrati in favore dei lipidi e delle proteine. Esattamente come per i Diesel, si parte da un carburante più sporco, per ottenere un risultato più salutare e più pulito (così sostenevano anche i dirigenti Volkswaghen). La dieta chetogenica può essere iperproteica o normo proteica. Partiamo dalla prima. La iperproteica è un super-Diesel. Le proteine sono il carburante più sporco che possiamo introdurre. Si portano necessariamente dietro una grande quantità di azoto, che diventa urea, che sovraccarica terribilmente tutti i sistemi di pulizia che ci sono nel nostro organismo: reni e fegato in particolare. Poi da dove le prendiamo tutte queste proteine? Due possibilità: o dalle carni e dal pesce, con i loro carichi ulteriori di inquinanti (antibiotici, pesticidi, microplastiche, ormoni…), oppure dai legumi. Reggere una dieta iperproteica vegetale a base di legumi significa o avere un intestino di “acciaio” oppure finire sulla tipologia dell’intestino a mongolfiera, con problemi non indifferenti almeno a livello di socializzazione. OK, niente iperproteica, puntiamo invece alla normo proteica!!! Bene, i miracoli non sono facili, quindi se tolgo il 50% circa di calorie in carboidrati e non cambio la quota proteica devo aumentare a dismisura quella lipidica. E qui nascono i problemi. Le recenti pubblicazioni sulla lipidomica ci raccontano che bilanciare i lipidi in ingresso è molto difficile! Tenere un corretto rapporto tra saturi, monoinsaturi, polinsaturi omega 6, polinsaturi omega 3, a media e lunga catena è complicatissimo. A questo, si aggiungono il colesterolo, gli acidi grassi trans ed i lipidi ossidati. Questi ultimi sono “scorie metaboliche” che l’organismo dovrà cercare, a fatica, di rielaborare e neutralizzare. Aumentare di molto la quota lipidica facendola rimanere bilanciata ed evitando tutte queste scorie è un salto ad ostacoli estremamente complesso. Di fatto, fino ad ora, ogni volta che mi hanno mostrato diete chetogeniche per adulti più o meno sani, appena leggo il piano mi pervade una sensazione di leggera angoscia, esattamente la stessa di quando in bici, in apnea, seguo un veicolo Diesel che fa un inquietante fumo nero, sapendo che presto dovrò pur respirare.

 

Read the rest of this entry »

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 gennaio 2020 in Nutrizione, obesita

 

Sugar tax, cosa dice e quali effetti avrà    Zucchero | Milena Gabanelli – Corriere.it

Sugar tax: in Italia i bambini più obesi d’Europa e le bevande più zuccherate. In Francia e Gran Bretagna produttori obbligati a ridurre la quantità.

Sorgente: Sugar tax, cosa dice e quali effetti avrà | Milena Gabanelli – Corriere.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 28 dicembre 2019 in Nutrizione, obesita, per pazienti

 

Association Between Soft Drink Consumption and Mortality in 10 European Countries | Cardiology | JAMA Internal Medicine | JAMA Network

This cohort study examines whether soft drink consumption is associated with all-cause and cause-specific mortality in a large cohort of European adults.

Sorgente: Association Between Soft Drink Consumption and Mortality in 10 European Countries | Cardiology | JAMA Internal Medicine | JAMA Network

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 ottobre 2019 in generale, Nutrizione, obesita

 

Association Between Soft Drink Consumption and Mortality in 10 European Countries | Cardiology | JAMA Internal Medicine | JAMA Network

This cohort study examines whether soft drink consumption is associated with all-cause and cause-specific mortality in a large cohort of European adults.

Sorgente: Association Between Soft Drink Consumption and Mortality in 10 European Countries | Cardiology | JAMA Internal Medicine | JAMA Network

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 settembre 2019 in Nutrizione, obesita

 

Association of Sugary Beverage Consumption With Mortality Risk in US Adults: A Secondary Analysis of Data From the REGARDS Study | Cardiology | JAMA Network Open | JAMA Network

This cohort study and secondary analysis of the Reasons for Geographic and Racial Differences in Stroke (REGARDS) study assesses the association of sugary beverage consumption with mortality among US adults.

Sorgente: Association of Sugary Beverage Consumption With Mortality Risk in US Adults: A Secondary Analysis of Data From the REGARDS Study | Cardiology | JAMA Network Open | JAMA Network

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 maggio 2019 in Nutrizione, obesita

 

TOFFA: Una dieta che allunga la vita – Le Iene Video | Mediaset Play

La nostra iene ha incontrato un ricercatore italiano che ha messo a punto una dieta, quasi miracolosa.

Sorgente: TOFFA: Una dieta che allunga la vita – Le Iene Video | Mediaset Play

 
 

Diete, che peso! – RSI Radiotelevisione svizzera

Sorgente: Diete, che peso! – RSI Radiotelevisione svizzera

 

La magrezza è nei geni | Nutri e Previeni

La magrezza si può aiutare, ma non si decide: a stabilirla sono i geni. Secondo una ricerca condotta dall’Università di Cambridge e pubblicata su Plos Geneti

Sorgente: La magrezza è nei geni | Nutri e Previeni

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 febbraio 2019 in Nutrizione, obesita

 

High consumption of sugar-sweetened beverages linked with increased risk for CKD

Higher consumption of sugar-sweetened beverages among African-Americans in a community-based cohort correlated with an increased risk for subsequent chronic kidney disease, according to recently published data. Researchers performed a prospective analysis of the Jackson Heart Study and assessed the beverage intake with a food frequency questionnaire that was administered at baseline to 3,003

Sorgente: High consumption of sugar-sweetened beverages linked with increased risk for CKD

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 dicembre 2018 in Nutrizione, obesita

 

Under the cover of groceries: beating sugar taxes | The BMJ

A cynical strategy in the US to prevent local sugar taxes has had mixed results Sugar sweetened beverages provide empty calories that succeed in two ways: they make great profits for their manufacturers, and they fatten adults and children who drink them. Dozens of countries around the world and a few US cities have instituted taxes on sales of such drinks to discourage consumption and to raise funds for government health initiatives. Research is starting to accumulate showing that these excise taxes (often the equivalent of a penny or two per ounce at the wholesale level) reduce sales of sugary drinks and increase sales of those without sugar, such as bottled water.12 When I last wrote about this, in 2010,3 …

Sorgente: Under the cover of groceries: beating sugar taxes | The BMJ

 

Behavioral Interventions for Weight Loss | Guidelines | JAMA | JAMA Network

This JAMA Patient Page describes the US Preventive Services Task Force’s recent recommendations on behavioral interventions for weight loss to prevent obesity-related problems in adults.

Sorgente: Behavioral Interventions for Weight Loss | Guidelines | JAMA | JAMA Network

 

Tag:

Differences in Obesity Prevalence by Demographic Characteristics and Urbanization Level Among Adults in the United States, 2013-2016 | Obesity | JAMA | JAMA Network

Sorgente: Differences in Obesity Prevalence by Demographic Characteristics and Urbanization Level Among Adults in the United States, 2013-2016 | Obesity | JAMA | JAMA Network

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 3 settembre 2018 in epidemiologia, Nutrizione, obesita, stili di vita

 

Cinque ragioni per cui mangiamo più del dovuto – Focus.it

Alcuni compagni di pasto ci spingono a continuare ad abbuffarci ben oltre il senso di sazietà.

Sorgente: Cinque ragioni per cui mangiamo più del dovuto – Focus.it

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 25 agosto 2018 in Nutrizione, obesita

 

GLOBESITY: il peso come segnale di disuguaglianza | Radio24

Marino Niola.

Sorgente: GLOBESITY: il peso come segnale di disuguaglianza | Radio24

 

Abstract. This is a comprehensive review of policies and research regarding body mass index (BMI) screening in schools in the United Kingdom and the United Sta

Sorgente: BMI screening in schools: helpful or harmful | Health Education Research | Oxford Academic

 

MI screenings of New York City public schools student did not impact obesity levels, according to a new study. So why keep doing them?

Sorgente: Do schools’ BMI screenings of students even work? – CNN

Schools across the country are issuing special report cards that assess a student’s weight and health — but parents often don’t believe what they’re seeing, a small study shows.

Sorgente: Parents Find Kids’ Weight Report Cards Hard to Swallow

FULL TEXT Abstract: Half of states in the USA have legislation requiring that schools conduct body mass index (BMI) screening among students; just under half of…

Sorgente: The Report Card on BMI Report Cards – Europe PMC Article – Europe PMC

 

 

 

 

 

Obesità: la mappa regionale del rischio. Campania in cima alla classifica – Info Data

Che l’Italia fosse considerata per antonomasia “il” paese della buona cucina è un dato di fatto, con buona pace dei nostri cugini d’oltralpe. Specialmente con l’avvento dei vari show/talent a tema culinario, l’attenzione generale per il cibo è cresciuta in maniera esponenziale come dimostrano le bacheche dei tanti social network inondati di esperimenti ai fornelli …

Sorgente: Obesità: la mappa regionale del rischio. Campania in cima alla classifica – Info Data

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: